Feed RSS

Polaroid Land Camera 230

Inserito il


Mi sono avvicinato al mondo delle “istantanee” un pò per caso, dopo i deludenti risultati ottenuti dalle pellicole post Polaroid per la mia vecchia e cara SX70, mi sono imbattuto per caso nelle Polaroid Type 100. Cercavo una istantanea che fosse capace di far foto in ogni situazione, senza tutti quegli intoppi tecnici trovati con la SX70. Come sono arrivato alla Polaroid Land Camera 230? Colpa di Patti Smith, si quella di “Because the night”, la sigla di “Fuori Orario, Cose (mai) viste” che va in onda su Rai3. No, non sono un fan di Patti Smith, ma sono un fan della bella fotografia, e osservando una sua galleria di foto su internet, sono rimasto folgorato dalle sue immagini, vivide istantanee in bianco nero, cariche di atmosfere e suggestioni di un epoca ormai lontana. Da appassionato di musica e fotografia penso che Patti Smith sia più brava a fare foto che a cantare, le sue foto per me sono state una piacevole scoperta. La signora Smith fotografa da sempre con una Polaroid Land Camera 250, modello con mirino della Zeiss, ma il suddetto modello non è affatto “Cheap” anzi direi che è al quanto costoso. Quindi per mantenere fede alla mia personale tradizione di Cheap camera, ho cercato la sua sorella minore, una plasticosa ma non per questo meno performante Land Camera 230, Ebay come sempre mi viene in aiuto, un occasione €28,00 compreso le spese di spedizione, per una Polaroid Land Camera 230. La macchina in questione è entrata in produzione nel 1967 e ha terminando la sua parabola nel 1969 poeticamente parlando è paragonabile a un qualsiasi capolavoro della musica prodotto a cavallo tra il 67 e il 69. Il paragone con la musica si unisce alla perfezione con questo tipo di fotocamera, perchè rispecchia lo stesso spirito selvaggio, quel “tutto e subito” tanto caro al Rock e alla Polaroid. Tanto per rimanere in tema, o meglio dire in famiglia, nel 1967 il signor Fred Smith, futuro marito di quella Patti Smith che molti anni dopo mi impressionerà così tanto con le sue fotografie incide assieme alla sua band, gli MC5 di Detroit il brano  “Looking At You” traducibile con un profetico “Guardando te”. Guardando te, attraverso una Polaroid mi sento di aggiungere io, giusto per chiudere il cerchio e le divagazioni. La Polaroid 230 è una magnifica madre di immagini, partorisce foto come conigli e per farlo basta seguire attentamente quattro punti, opportunamente contrassegnati sulla macchina con altrettanti numeri corrispondenti.

1 Messa a fuoco, ma anche sblocco del soffietto.

2 Pulsante di scatto.

3 Armare l’otturatore.

4 Estrarre la fotografia.

Genialmente semplice da usare, a questi quattro comandamenti si può aggiungere, il selettore della sensibilità della pellicola e il regolatore della luminosità, non occorre sapere altro, serve solo la pellicola. La prova sul campo è come sempre il momento della verità e onestamente mi sono divertito molto nel usare questa macchina. Ho Fotografato con il trittico di pellicole di “Paul Giambarba” (Seppia, Chocolate e Blue) e le Fujifilm FP 100, i risultati migliori li ho ottenuti con queste ultime, più curate nel insieme dettagli e sfumature, d’altronde sono pellicole più fresche visto che il trittico “Giambarba” è composto da pellicole scadute da tempo. La 230 risponde bene a tutte le situazioni in cui l’ho chiamata in causa, interni, esterni, diurni, notturni, tanta luce, poca luce luci miste ecc… Consigli? Si, uno ce l’ho, è importante quando si fotografa in posti poco luminosi stabilizzare la macchina, onde evitare il problema del mosso, quindi non abbiate paura ad appoggiatevi a un muro, su un tavolo, lo schienale di una sedia, ne guadagnerà l’immagine finale. Potete risolvere il problema del mosso anche usando un flash, ma il flash va a togliere quel atmosfera che solo la luce ambiente riesce a dare. Tirando le somme, la Polaroid 230 è uno stupendo giocattolo, il feeling con la macchina è immediato, la qualità del immagina è variabile, ma anche un immagine imperfetta assume tutto un altro valore. Più scatti si fanno più la si ama.

RESA: 7

FEELING: 10

UTILIZZO: 7

GLOBALE: 8

GIUDIZIO FINALE: 32/40

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: