Feed RSS

Polaroid SX-70

Inserito il

Polaroid Sx -70 non è facile parlare di lei, si finisce sempre nel dire le solite banalità, fotocamera per foto artistiche, design strepitoso, sistema reflex molto ben sviluppato, fotocamera cult, un must per i fotografi… e così via. Ora essendomi liberato dal peso delle banalità, posso finalmente esprimere quello che è il mio pensiero sulla macchina in questione, lo farò a modo mio senza badare troppo alla forma ma andando diretto al contenuto. La Polaroid SX-70 è una fotocamera affascinate, l’evoluzione più esasperata delle vecchie folding, produce fotografie dal grande formato, un formato superiore al 6×6 e dallo sviluppo istantaneo. Gli manca solo il basculaggio per poterla definire come un mini banco ottico tascabile, ma il vero punto di forza di questa fotocamera è l’ottica che la equipaggia un 4 lenti in 3 gruppi molto simile al Tessar, un ottica che le permette una messa a fuoco a partire da 26 centimetri fino al infinito, il che si traduce in un impressionante duttilità nel uso.  Innamorarsi della Polaroid SX-70 è fin troppo facile, l’unico lato negativo è l’alto costo delle pellicole ma si sa che le cose belle costano caro, quindi per non far piangere troppo il nostro portafoglio è meglio non fotografare mai a caso, quindi:

Fermati

Respira bene

Valuta attentamente ogni particolare della scena

Inquadra

Scatta

Le memory card ci insinuano nella mente il dogma che la fotografia a stipare quante più foto possibili in bite senza seguire alcuna logica, mentre la Polaroid SX-70 ci insegna che nella fotografia è il pensiero a prevalere su tutto, questa è un opinione personale che sia chiaro. Perché comprare oggi una Polaroid SX-70? Per le immagini che ci può regalare innanzitutto, per quella sensazione di appagamento che si prova mentre la foto emerge dalla oscurità della pellicola, perché è una degli ultimi baluardi del analogico.

RESA: 10

FEELING: 10

UTILIZZO: 9

GLOBALE: 10

GIUDIZIO FINALE: 39/40

»

  1. Non potevi trovare parole migliori per descrivere l’approccio che bisogna avere con questa macchina fotografica così speciale. Fermarsi, respirare con calma, inquadrare la scena tante e tante volte, studiare la luce (la parte, a mio avviso, più difficile) e magari arrivare a non scattare se si valuta che questa non è sufficiente o “giusta”. E poi l’emozione della foto che emerge. Questo tipo di fotografia non ha eguali.

    Rispondi
  2. che belle foto, e che bel blog! complimenti!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: