Feed RSS

Canon Eos 5… senza la lettera D

Inserito il

Canon Eos 5, non 5D Mark vattelappesca ma un semplice e pulito 5, chi ha qualche anno di più se la ricorderà dicendo: Eos 5 qual’è quella che mette a fuoco seguendo la pupilla del occhio? Si proprio lei. Mi sono sempre domandato il perchè la Canon che aveva il sistema autofocus più evoluto di sempre abbia abbandonato una cosa tanto utile e bella come l’eye control, quante e quante volte ho sentito la frase di stizza “è colpa della macchina se il punto di messa a fuoco è sbagliato” oppure “ma dove hai messo a fuoco?”, eppure La Eos 5 aveva risolto questo problema già nei primi anni 90 con l’eye control, un sistema che in piena era touch screen può dire la sua anche oggi. il funzionamento è semplice da spiegare ma molto complesso da realizzare, al interno del mirino c’è un sensore che nel momento di messa a fuoco segue i movimenti della pupilla, ciò che la pupilla sta guardando sarà esattamente il punto di messa a fuoco, alla faccia di schermini, reticoli intelligenti, matrix e cavolate varie. Peccato che Canon non abbia sviluppato e portato avanti questa soluzione, perchè seppur i limiti tecnici ci sono (con gli occhi chiari non sempre funziona correttamente) il potenziale è enorme,  penso alle foto di sport, a soggetti in movimento, a foto macro, a foto in cui c’è da fare una rapida selezione di campo, tutte situazioni in cui l’Eye control non è utile ma utilissimo. Ma La Eos 5 non è solo Eye Control è anche 5 fotogrammi al secondo, un vero fulmine se si considera che 5 fotogrammi al secondo li raggiunge la professionale e costosissima Canon Eos 1Ds Mark III mentre la sua omonima 5D Mark II rimane a 3,9 fotogrammi al secondo. Sulla Eos 5 la misurazione esposimetrica avviene su 16 punti, mentre sempre sulla omonima 5D Mark II avviene su 9 punti visibili e 6 invisibili, un totale di 15 punti. In conclusione la Canon Eos 5 fornisce tuttora prestazioni da top camera a prezzo di saldo, la fotocamera in mio possesso è stata pagata poco meno di €40,00 comprese le spese di spedizione e Vertical Grip. Il rullino di prova che ho scattato con la Eos 5 è schizzato via in un batter d’occhio e seppur i miei occhi chiari sono stati limitanti per la funzionalità della macchina le foto realizzate sono più che buone, la lettura della luce è ottima e l’autofocus non è affatto lento rispetto a le moderne reflex in produzione, cos’altro devo aggiungere? ha già il Vertical Grip! Il Vertical Grip è un comodissimo accessorio pensato per i fotografi professionisti e permette di scattare foto in verticale senza dover piegare il polso in modo innaturale rischiando così di slogarselo ogni volta che si usano ottiche di un certo peso. Perché comprare oggi una Canon Eos 5? Perchè ha l’Eye Control e secondo me già questo basterebbe a giustificarne l’acquisto e se non dovesse bastare dico solo che 5 fotogrammi al secondo li raggiunge solo una Top Reflex. A chi consiglio questa fotocamera? A tutte quelle persone che fotografano in digitale ma che vorrebbero togliersi lo sfizio di scattare un rullino per vedere se ne sono ancora capaci.

RESA: 10

FEELING: 9

UTILIZZO: 10

GLOBALE: 9

GIUDIZIO FINALE: 38/40

Una risposta »

  1. Ho la sorella più piccola.
    La 50e. Anche lei con Eye control.
    Che dire se non che l’adoro? 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: