Feed RSS

Anacronismo fotografico 2014, sviluppo e stampa by Myself.

Inserito il

Fotografare, sviluppare e stampare, l’ultima volta che l’ho fatto esisteva ancora la Lira, per la precisione andavo ancora a scuola era  circa il maggio del 2001, lo ricordo bene perché in quel periodo acquistai la mia prima fotocamera digitale, una ciofeca di Pentax Ei – 2000, mi svenai, per comprarla dovetti rinunciare a una grossa parte della mia attrezzatura. ( Una Canon T90 + Canon 55mm F1.2 + Tamron 90mm F2.8 macro + Nikon FE Nera + Micro Nikkor 105mm F4).  Quella maledetta di una Pentax Ei – 2000  segna per me un particolare punto di rottura, ossia il passaggio dalla scuola al lavoro e dal analogico al digitale. So che oggi può sembrare una follia ma credetemi nel 2001 per fare una foto pubblicabile su un quotidiano bastava una Pentax Ei – 2000 o una Nikon Coolpix. Comunque sia nel maggio 2001 iniziai una collaborazione con un quotidiano locale molto diffuso della mia città e quindi dovetti mio malgrado entrare nel mondo digitale abbandonando l’analogico. Conservai poche cose, qualche fotocamera a me cara e il vecchio ingranditore Meopta – Tanto se lo vendiamo non ci danno niente… tanto vale tenerlo… magari in futuro può tornare utile.

M-A-G-A-R-I      I-N      F-U-T-U-R-O     P-U-O’     T-O-R-N-A-R-E     U-T-I-L-E!!!!

O-T-T-O-B-R-E       2014      I-L      F-U-T-U-R-O

Era da tanto che desideravo tornare indietro e fare tutto da solo, sviluppare il rullino e stampare le mie foto da solo, fare tutto con le mie mani senza aver bisogno di nessuno, così mi sono munito di tutto il necessario aspettando l’occasione di mettermi al opera.

SVILUPPO PELLICOLA

Rullino di Kodak T-Max 400> Buio totale > Estraggo la pellicola > Taglio la coda > Inserisco la pellicola nella spirale > inserisco la spirale nel Tank > Chiudo bene il Tank> Accendo la luce > Riempio il Tank con Agfa R09 1-24 in acqua distillata, tempo di sviluppo 7 minuti circa, agito di tanto in tanto > Svuoto il Tank dallo sviluppo > Acqua corrente per circa 3/4 minuti > Rapidfixer 1-4 in acqua distillata per circa 8 minuti, agito di tanto in tanto > Svuoto il Tank dal fissaggio > Acqua corrente per circa 3/4 minuti con dentro qualche goccia di comunissimo detersivo per i piatti> Appendere la pellicola in un luogo asciutto e protetto dalla polvere.

Il negativo si è sviluppato con successo e già questo mi riempie di gioia, lascio riposare il negativo per tutta la notte carico come non mai aspettando il giorno seguente.

STAMPARE IN B/N

Per stampare un negativo in Bianco/Nero bisogna prima controllare che tutta l’attrezzatura risponda bene hai comandi, io conosco  la mia attrezzatura e so già che il timer è starato, quindi cerco di impostare un valore il più vicino possibile a 10 secondi in modo tale da regolarmi a intervalli di 10 in 10. Quando tutti i particolari sono sotto controllo ( Nessuna infiltrazione di luce nella stanza, ambiente libero da polvere ecc…) si può iniziare a stampare.

Luce Rossa > Adagio il foglio di carta sul piano ( Io uso un vetro per tenere la carta ben stesa per evitare zone piegate )  > Verifico di aver inserito il filtro rosso davanti al obiettivo > Accendo l’ingranditore > Metto a fuoco > PROVINO > Con l’aiuto di un cartoncino nero faccio il provino, in genere mi bastano 6 esposizioni da 10 secondi circa, ( Se si fanno forti ingrandimenti può essere necessaria una esposizione più lunga) coprendo l’immagine con il cartoncino nero e spostandolo a ogni esposizione  si ottiene come una scala dalla più chiara alla più scura, la più scura è la prima esposizione fatta la più chiara è l’ultima esposizione fatta > SVILUPPO  Immergo la carta nella 1° bacinella con dentro Ilfordspeed Multigrade 1-9 con acqua distillata per circa 3 minuti > ARRESTO Passo la foto nella 2° bacinella con acqua distillata + Un cucchiaio di aceto di vino bianco  la tengo qui per un paio di minuti > FISSAGGIO Rapidfixer  1/9 con acqua distillata per circa un paio di minuti > Pulire la foto sotto acqua corrente, Fine.

I chimici che ho elencato non sono gli unici esistenti, ne esistono tanti altri quindi non prendete questo post come fosse una tavola pitagorica per stampare in bianconero, qualsiasi chimico va più che bene basta che siano adatti per l’uso ( Es. Con lo sviluppo per la carta non ci si può sviluppare la pellicola ). In fine per chiudere il discorso che riguarda i chimici usati da me, dico solo che sono quelli che mi è stato più facile reperire e che hanno un rapporto qualità prezzo medio buono.

Questo grosso modo è il mio metodo per sviluppare e stampare le foto in casa, per molti sarà come scoprire l’acqua calda lo so, ma  magari la fuori c’è qualcuno che vorrebbe provare ma non sa come fare.

Si si, lo so, lo so… basta solo una stampante e un Computer e fare click.

»

  1. Ancora mi manca l’esperienza dello svluppo e della stampa, ma sto rimediando. Deve essere veramente straordinaria!

    Rispondi
  2. A volte ci si dimentica che la vera fotografia è fatta su carta e non su monitor, ma la colpa non è di nessuno se non del tempo frenetico in cui viviamo, in cui le cose devono essere pronte subito.

    Paolo, non vorrei averti sulla coscienza facendoti spendere un sacco di soldi per fare sviluppo e stampa… magari prima inizia facendo solo lo sviluppo del negativo con il tank, è semplice e non è molto dispendioso… ( non l’ho detto nel post, ma mentre si sviluppa il negativo maggiore è l’agitazione più aumenta il contrasto del negativo )
    Comunque sia per qualsiasi consiglio io sono qui 🙂

    Maria, hai fatto centro, per me è una soddisfazione impagabile perché nonostante fosse una cosa che non facevo da quasi 3 lustri mi ricordavo tutto… poi quel muovere le mani sopra la foto per schiarire e inscurire alcune zone della foto è un qualche cosa che va oltre… ogni stampa è unica.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: